Istituto Comprensivo I "Via Mariani"
Via F. Mariani, 1 – 20851 Lissone (MB)
Tel. 039 481325 – Fax 039 484353
PEC: miic8f400a@pec.istruzione.it – Email: miic8f400a@istruzione.it
CM: MIIC8F400A – Codice Fiscale: 85019030155 - Codice univoco: UFPDSE

L’intento del laboratorio “Art and story telling” preparato dagli alunni di quinta, è stato quello di far comprendere come alcune conoscenze scientifiche possano essere veicolate attraverso varie tecniche: il total phisical response, lo story telling ed art and crafts.

Attraverso una canto mimato si è creato un clima di accoglienza; successivamente i bambini della scuola d’infanzia, insieme ai genitori, sono stati introdotti al contenuto della storia narrata attraverso una filastrocca mimata. I piccoli hanno poi assistito al racconto animato di “Very hungry caterpillar” che parla della trasformazione del bruco in farfalla. In seguito hanno seguito le istruzioni in lingua inglese dei bambini di quinta e hanno realizzato un bruco o una farfalla con la tecnica dell’origami.

Il Laboratorio di Coding era suddiviso in due attività. Nella prima gli alunni di quinta hanno aiutato i bambini a costruire e a programmare un robottino che camminava ma, alla vista dei fiori, si fermava ed emetteva un suono.
Nel secondo i bambini dovevano aiutare le api, programmando le Bee Bot, a raggiungere i fiori dove hanno trovato una dolcissima sorpresa!

Nel laboratorio di Matematica e Scienze i ragazzi delle classi quinte hanno accolto bambini e genitori con un divertente teatro scientifico durante il quale hanno recitato il ruolo di famosi scienziati che si scambiavano battute utilizzando il linguaggio scientifico. In seguito i ragazzi hanno presentato degli esperimenti relativi agli argomenti studiati durante l’anno.

Nel laboratorio di informatica i bambini della scuola dell’infanzia sono stati affiancati dagli alunni di quinta, per sperimentare il programma Paint.

I bambini hanno dato spazio alla loro creatività, utilizzando, per disegnare e colorare, i diversi strumenti del programma: la valigia del pittore con matita e pennelli di varia grandezza, la gomma per cancellare, la bomboletta per spruzzare il colore, la lente per guardare i dettagli, la tavolozza per scegliere il colore e altri strumenti.

Hanno effettuato percorsi per affinare la coordinazione oculo-manuale muovendo il mouse.

I piccoli sono stati liberi di provare tutti gli strumenti che volevano usandoli nel modo che preferivano, perché non c’è un solo modo per fare e imparare le cose, ma tanti modi “unici e personali”.

In biblioteca gli alunni hanno narrato la storia di «Arcobalena» attraverso la tecnica del Kamishibai riproducendo i disegni in tavole.