Istituto Comprensivo I "Via Mariani"
Via F. Mariani, 1 – 20851 Lissone (MB)
Tel. 039 481325 – Fax 039 484353
PEC: miic8f400a@pec.istruzione.it – Email: miic8f400a@istruzione.it
CM: MIIC8F400A – Codice Fiscale: 85019030155 - Codice univoco: UFPDSE

In un’epoca in cui tutto “va di corsa”, possiamo scegliere di rimanere fermi e di dedicare un po’ di tempo al ricordo.

Quotidianamente si scattano e si eliminano fotografie,di continuo. Le immagini passano ininterrottamente sui nostri smartphone, tablet, pc ed anch’esse, le immagini, corrono… quasi come se non fosse più possibile rimanere lì, in un punto, a rappresentare un momento unico e importante, come in un portafotografie.

La grande disponibilità di immagini digitali può rendere difficoltoso operare una scelta significativa. Si può essere fuorviati da ciò che non è veramente prioritario, ad esempio gli aspetti tecnici : la qualità della foto, l’inquadratura, la nitidezza, la luce e così via.

Tuttavia è innegabile che, anche alla scuola dell’infanzia, fotografare attività ed esperienze rappresenta una buona modalità di documentazione.

Ecco, questi sono i pensieri in cui mi sono imbattuta quando ho deciso di riordinare le fotografie dei primi mesi di scuola e dello scorso anno scolastico, con l’intenzione di utilizzarle per la Presentazione della scuola.

Mi sono resa conto che era piuttosto complicato individuare quali utilizzare e quali no e poi…perché no ?

E’ nata quindi l’idea di condividere una parte del lavoro con i bambini, i veri protagonisti delle varie foto, dunque giustamente interpellati!

Insieme abbiamo dovuto mettere in campo una serie di competenze: individuare, riconoscere, collocare nel tempo, classificare… e non solo. Infatti rivedere o rivedersi nelle fotografie ha attivato una serie di emozioni piacevoli, divertimento, stupore, apprezzamento.

La possibilità di vedere e commentare insieme le immagini ha rafforzato la consapevolezza che ognuno ha una storia da raccontare fatta di tanti pezzettini e le fotografie ci permettono proprio di individuare concretamente alcune delle nostre tracce lasciate nel tempo, alcuni pezzettini di memoria.

Un aspetto veramente interessante è stato l’insieme delle osservazioni, argomentazioni, emozioni espresse dai bambini; a volte la stessa fotografia rievocava aspetti diversi; dovendo comunque scegliere, è stato necessario attivare anche la capacità, non facile per i bambini di questa fascia d’età, di negoziare per arrivare ad una scelta che fosse condivisa.

Al termine, le foto sono state usate per la Presentazione della scuola e alcune di esse le abbiamo utilizzate per costruire una sorta di Album dei Ricordi, un’attività ” senza pretese ” in cui però … le foto non corrono ma scorrono!

                                                                                                                                                             A.B.